Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Originali e sistemi Arcade (Naomi, SEGA Model, Triforce, Atomiswave, MVS, ecc.)
Avatar utente
Der Kommissar
Nostalgico
Nostalgico
Messaggi: 427
Iscritto il: 15/06/2014, 22:47
6
Città: Marche
Località: Palleggiato sulla costa adriatica, tra Bologna - Ravenna e Pescara
Grazie Ricevuti: 4 volte

Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da Der Kommissar »

E' un discorso stravecchio. Trito e ritrito. Con migliaia di commenti in centinaia di forum in tutto il mondo. Ma sempre dannatamente attuale. E sempre totalmente aleatorio, soggettivo, emozionale e, soprattutto, ultrapersonalissimo.

E questione sicuramente di:

1 - gusti personali
2 - domanda (alta o bassa)
3 - offerta (alta o bassa)
4 - giocabilità (o noiosità del gioco)
5 - ricordi di infanzia o giovinezza o del tempo che fu
6 - originale o bootleg
6a - peso che ciascuno dà al punto 6
7 - leggende metropolitane sulla scheda in questione sotto ogni aspetto
8 - ottica di ricarico sui prezzi o ottica di svendite a prezzi di realizzo
9 - accaparramento e/o monopolio
10 - sgombro di magazzini
da 11 a 100.000 ed oltre - ecc ecc ecc ed infiniti altri aspetti

Ma....una volta per tutte, è mai possibile sapere quanto acciderbolina possa essere il prezzo più attinente alla realtà di una stramaledettissima scheda pcb? Ma, soprattutto, perchè mai ha quel prezzo?
Leggo in continuazione in giro richieste di determinati prezzi per determinate schede e, allora, specie per i prezzi, mettiamo come punto di riferimento, tanto per iniziare, quelle con prezzi richiesti almeno sopra ai 150 - 200 euro.
La mia domanda, magari utile a tutto il Forum stesso, è: da cosa nasce la richiesta di questo prezzo?

In maniera dettagliata chiedo (a chi reputa interessante per tutta la community questo topic) di scrivere, per i titoli che si reputano valere sopra i 150 euro, i motivi secondo lo schema seguente, e faccio un esempio ed elenco alcuni motivi che possano giustificare il prezzo richiesto:

SCHEDA ORIGINALE XXXXX prezzo 200 euro, motivi (ne metto qualcuno che mi viene in mente):
- rara da trovare un appassionato che la possa cedere
- rara da trovare in versione originale
- edizione limitata
- edizione con bassa tiratura all'epoca
- alta giocabilità
- mai vista prima in vendita
- titolo tra i più cercati (e qui, poi, bisogna stare anche attenti, perchè se poi non si vende al prezzo richiesto, vuol dire che non è affatto tra i più cercati)
- ecc ecc ecc

Ringrazio fin d'ora chi vorrà partecipare a questa dicussione (che può essere anche di guida in questo Forum) postando i titoli che desidera e sempre con il proprio metro di misura personale, ci mancherebbe, ma vorrei sottolineare che non desidero disquisire sulla reale valutazione e sui prezzi, che sottolineo sono sempre personalissimi, ma desidero conoscere e far conoscere a tutti, per i titoli con prezzi generalmente richiesti sopra le 150 euro, quali sono, una volta per tutte, le motivazioni per ciascuna di esse!
Avatar utente
kilik81
Cab-dipendente
Cab-dipendente
Messaggi: 579
Iscritto il: 30/08/2008, 18:45
12
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da kilik81 »

Post interessante. Ora sono con il telefono, ma ti prometto di scrivere un intervento piú tardi.
Avatar utente
kilik81
Cab-dipendente
Cab-dipendente
Messaggi: 579
Iscritto il: 30/08/2008, 18:45
12
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da kilik81 »

Eccomi qua. Premetto che potrei essere un po' "polemico" :)
Innanzitutto che questo topic possa diventare una "guida" la vedo assai dura, anzi, probabilmente non avrà manco molto interventi (l'ho detto che sarei stato polemico :P)

Detto questo, su cosa si basa il prezzo di un scheda jamma? La metto giù dura, semplicemente si basa sul "ci voglio guadagnare il più possibile e anche di più!". Né più, né meno.
I discorsi del "è raro", ecc., valgono fino a certo punto. Perché, se proprio dobbiamo dirla tutta, sulla base di cosa si afferma che una scheda è rara? Si hanno a disposizione dati relativi
alla sua tiratura? Si hanno dati relativi al numero di schede ancora esistenti che non sono andate distrutte? Non credo proprio. Per mia esperienza ho notato che, quando un oggetto "raro" viene
venduto "bene", magicamente nel giro di poco tempo ne spuntano a bizzeffe. Ti faccio un esempio (non legato al mondo arcade, ma comunque inerente il mondo dei videogiochi). Tempo fa, sulla baia, era stato
venduto un Nintendo Deluxe Set-completo di tutto- alla (folle) cifra di quasi 2mila euro (in realtà poi chi fece l'offerta voleva solo scherzare, perché venne poi rimesso in asta). Bene, qualche giorno dopo i
Nintendo Deluxe Set spuntarono come funghi! Ma come!? Non era "raro"!?!?! Quindi, il discorso della rarità regge fino ad un certo punto, a parer mio.

Tornando alle schede jamma io ho notato che se un venditore si ritrova per le mani una scheda originale di un titolo noto, allora pensa di poter sparare cifre pazze (ma pazze veramente, dopo faccio qualche esempio).
Oppure, ci sono quelli patiti dell'only jap e pensano che, siccome in jappone diverse schede hanno prezzi esorbitanti, allora possono proporre questi prezzi anche qua in Italia. Mi spiace, ma non funziona così.
Per carità, ognuno vende a quanto vuole, ma a volte (spesso) non c'è limite all'indecenza. Non a caso una regola (giusta) del mercatino è proprio quella di vietare commenti sui prezzi (altrimenti potrebbero nascere discussioni infinite).

Fortunatamente qua su ArcadeIItalia i prezzi, salvo rare eccezioni, mi sembrano piuttosto onesti: da quello che ho visto diversi utenti (come maluca, maxxximoma, fedepiane, kazuya, ecc. giusto per citarne alcuni che vendono parecchio) vendono parecchia roba interessante a prezzi abbordabilissimi. Il vero scempio lo si vede soprattutto su ebay.

Perché si deve vendere un Ghouls'n Ghosts a 600 euro? Un Mazinger Z a 350? SF2CE a 250? Non c'è un perché e infatti non vengono vendute (e, per la cronaca, le ultime due schede io le ho pagate infinitamente meno, spedizioni comprese).
E vogliamo parlare dei cabinati? Quante volte ho sentito noleggiatori dire: "li vendo a prezzo alto perché all'epoca costavano milioni!". Che furbi. Allora anche un automobile, che nuova del concessionario costava 15-20 milioni, dopo 20 anni
con un sacco di ammaccature e problemi la potrei vendere a 3-4mila euro? Ma siamo seri.

Dopo tutto questo minestrone e concludendo il discorso sulle schede originali, quale dovrebbe essere un prezzo corretto? Who knows! Ma dal canto mio non spenderei MAI, più di 150 euro per una singola scheda (salvo non sia di quei kit contenente tutti i giochi come Taito Type X, Lindbergh, ecc. in quel caso è diverso allora).

Veniamo ora ai bootleg. Dico subito una cosa: per me sono per lo più spazzatura. E' vero che senza bootleg da ragazzino non avrei potuto giocare a tanti titoli ma, salvo rarissimi casi, li evito come la peste. Sono fatti con componenti di bassa qualità e si nota eccome (qualità audio/video inferiore, spesso problemi di alimentazione e a volte anche notevoli rallentamenti durante il gioco). Per quel che mi riguarda, non spenderei mai, più di 40 euro per un bootleg.

Sono stato polemico, lo so, ma questo è il mio pensiero!
Avatar utente
Der Kommissar
Nostalgico
Nostalgico
Messaggi: 427
Iscritto il: 15/06/2014, 22:47
6
Città: Marche
Località: Palleggiato sulla costa adriatica, tra Bologna - Ravenna e Pescara
Grazie Ricevuti: 4 volte

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da Der Kommissar »

Il tuo post è invece molto interessante e non lo trovo affatto polemico (si fa per discutere), ma, magari, hai cercato di essere il più realista possibile....però non c'è la risposta alla mia domanda iniziale, mi spiego:

Un tizio vuole guadagnarci il più possibile (cosa assolutamente lecita, ci mancherebbe!), pertanto, ad esempio, come dici:

- prende un Ghost'n Goblins originale e spara 600 euro (se desidera guadagnarci il più possibile, può anche ovviamente sparare 1.000, 2.000, 10.000, 50.000, 100.000 euro ecc)

- al di là che poi riuscirà a venderlo, oppure no (questo è un altro paio di maniche!) la mia domanda rimane sempre questa:

- ma se partiamoche un tizio voglia guadagnarci il più possibile, allora, perchè non prende un...Puzznic originale e non fa altrettanto e spara 600 euro per quest'ultimo???

Allora, siccome non succede questo, vuol dire che c'è, per forza, qualche differenza tra questi due titoli.

Ebbene, io ho chiesto/chiedo le MOTIVAZIONI !

Torniamo all'esempio, alcune motivazioni, butto là, possono essere:

- Ghost'n Goblins ha una richiesta molto più alta del Puzznic
- Ghost'n Goblins ha una tiratura molto più bassa del Puzznic
- Ghost'n Goblins si trova raramente in vendita rispetto al Puzznic (bassa offerta rispetto all'altro)
- Ghost'n Goblins è più piacevole da giocare rispetto al Puzznic
- ecc ecc

Allora, secondo lo schema che avevo indicato al mio primo post, e con un prezzo magari più attinente al mercato (dubito che a 600 euro si possa poi vendere!) potrei scrivere, che so:

GHOST'N'GOBLINS originale prezzo 250 euro
- alta giocabilità
- alta richiesta da sempre da parte degli appassionati
- difficile trovare un collezionista che sia disposto a venderlo

ecco, questo magari potrebbe essere un esempio plausibile.

Dunque, per altri titoli sopra ai 150 euro in genere minimi richiesti, è possibile conoscere, appunto....le MOTIVAZIONI che giustificano questi ultimi?
gamernewbie
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 149
Iscritto il: 22/03/2011, 19:57
9
Città: Roma

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da gamernewbie »

Ciao provo a dire la mia e vado leggermente OT.
In questi ultimi mesi ho notato un incremento dei prezzi nel retrogaming. Console Nintendo che vengono "proposte" a 70 euro, Dreamcast a 100 e passa. Per non parlare delle cartucce loose.
Il bello è che la gente acquista! Stiamo parlando di hardware/software da cantina. Spesso ho visto annunci con "non testato". E poi in foto c'era ancora la polvere sulla console, magari acquistata la domenica in un mercato delle pulci e rivenduta a sovrapprezzo senza neanche averla provata. Così secondo me si rovina il settore e si rende più difficile la vita agli appassionati.
Avatar utente
ratmuskè
Nostalgico
Nostalgico
Messaggi: 381
Iscritto il: 13/03/2008, 17:58
12

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da ratmuskè »

Ce risemo...
Come per tutte le cose collezionabili è il mercato che fa il prezzo, più è ambito e più vale.
Raro è raro perché è raro...Ci si fa un idea vedendo negli anni quante ne sono capitate nei vari posti dove vengono vendute.
Il prezzo ed il valore di solito non risentono molto del "raro", ci sono pezzi comuni che valgono più dei rari.
Questo trend può essere influenzato anche da altri fattori quali critica e review.
Capita spesso ultimamente anche altro...Basta che una sala giochi famosa Japan o anche Francese, metta in un cab un certo gioco che quello acquisisca un valore stellare.
Il mercato Japan ora è su livelli astronomici per certi pezzi, i Giapponesi molto più spesso comprano su Ebay, facendo schizzare il valore di certe schede alle stelle.
Molte schede stanno ritornando in patria, vedasi i vari Nemesis(1017 euro ultima asta), Equites(450 euro), tube panic in kit (circa 2000 euro), ecc.ecc.

Allora io adesso chiedo a voi, sapendo che con tale scheda in asta potrei scatenare una guerra di rilanci tra Japponesi fino ad arrivare a molti soldi, giusto?
Perché dovrei venderla in un qualsiasi mercatino italico a 80 euro ?

Io adesso non so se questo Chuck' N Pop verrà venduto a 3650 euro, comunque serve per capire l'andamento del mercato mondiale di certe schede :

http://page9.auctions.yahoo.co.jp/jp/auction/k189123528
Avatar utente
Der Kommissar
Nostalgico
Nostalgico
Messaggi: 427
Iscritto il: 15/06/2014, 22:47
6
Città: Marche
Località: Palleggiato sulla costa adriatica, tra Bologna - Ravenna e Pescara
Grazie Ricevuti: 4 volte

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da Der Kommissar »

Dunque,
cerchiamo allora di focalizzare un pò meglio:

da quello che scrivono gli altri appassionati (che ringrazio per i loro interventi, sempre interessanti), allora, sicuramente è da escludere la questione rarità.

Abbiamo appurato che non è questo parametro che fa la motivazione del prezzo, per i motivi scritti sopra di coloro precedentemente intervenuti nella discussione.

Quindi è il mercato che fa il prezzo come scrive l'utente di cui sopra (e qui non ci sono dubbi su questo!), e aggiunge, più un titolo è ambito e più vale.

E, allora, mi domando, cosa si intende per...più ambito??
Tradotto in soldoni: è più intrigante nel giocare? è un titolo, che so, famoso perchè preso da un film (esempio la scheda del gioco di Michael Jackson, il primo che mi passa in testa?, oppure Tartarughe Ninja, Ghostbusters o quello che vi pare)

Si è detto che, prima di vendere, chi vuole sapere a che prezzo si può sparare, si vada a vedere quanto, la stessa scheda, si è venduta nel tempo. Benissimo. Ma se tale scheda si è venduta, che so, a 300 euro, la mia domanda, al di là del valore del mercato, è: cosa spinge un appassionato a pagare 300 euro per tale scheda? quali sono le MOTIVAZIONI? siamo sempre li, perchè tale titolo è giocabilissimo e appassionante? perchè ricorda i tempi passati? perchè non si trova più? o cosa altro?

Qui, non si sta discutendo perchè una scheda X è stata venduta ad un prezzo Y sopra ad es. ai 200 euro più volte in passato e magari spesso può arrivare anche al doppio del prezzo Y se magari in asta.

Qui si sta discutendo sul PERCHE' tale scheda, se va male, va via ad un minimo di 200 euro??? Cosa spinge l'appassionato a spendere tale cifra per tale scheda??
gamernewbie
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 149
Iscritto il: 22/03/2011, 19:57
9
Città: Roma

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da gamernewbie »

Der,
bisogna secondo me distinguere tra appassionati e affaristi. Come dicevo prima, c'è gente che compra e rivende subito senza neanche testare la console.
Sinceramente lato appassionati non riesco a capire questa folle corsa alla rarità, con questa crisi pagare qualche centinaio di euro un gioco mi sembrano soldi buttati al vento (parlo da super appassionato che però nella vita ha delle priorità). Se si gira, con un po' di fortuna, lo stesso oggetto lo si può trovare col tempo a moooolto meno.
Avatar utente
Der Kommissar
Nostalgico
Nostalgico
Messaggi: 427
Iscritto il: 15/06/2014, 22:47
6
Città: Marche
Località: Palleggiato sulla costa adriatica, tra Bologna - Ravenna e Pescara
Grazie Ricevuti: 4 volte

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da Der Kommissar »

non c'è bisogno di fare alcuna distinzione sulla tipologia di chi compra.
quello che chiedo è PERCHE' uno compra una scheda a 200 ed oltre euro?
COSA ha quella scheda per giustificare tale prezzo??

ripeto ancora, all'infinito, un altro esempio:

Perchè BUBBLE BOBBLE, anche bootleg e se va pure male, viene venduta ad almeno 100 euro? Perchè un Puzznic originale non va via nemmeno a 15 euro?

Ebbene, si potrebbe dire, sempre secondo lo schema da me precedentemente suggerito:

BUBBLE BOBBLE 150 euro
- alta giocabilità
- grafica accativante
- possibilità di giocare contemporaneamente in due (questo si potrebbe dire anche delle schede che non vanno via nemmeno per 15 euro, ma, viceversa, ad esempio per LIQUID KIDS, altra scheda con prezzi, non si sa perchè*, altrattanto alti, non si può giocare in due)

* ed è proprio QUESTO che vorrei sapere!
Avatar utente
Zak0077

Gold Medal Silver Medal Bronze Medal Donatore
Banned
Banned
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23/05/2012, 12:26
Medaglie: 10
8
Città: viterbo

Re: Pcb: Prezzi e MOTIVAZIONI di questi

Messaggio da Zak0077 »

Qui in italia difficilmente venderai schede a prezzi alti come fuori dal vecchio stivale
Ma se vendi all'estero e in quel momento il pezzo che metti ha una grande attrazione
Ci fai cifre assurde
E nn mi limito al solo arcade
Certo pero che se si comincia a ragionare sul fatto che se l'oggetto X potrei venderlo fuori italia a Xmila euro e quindi lo metto nel mercato italiano al prezzo che potrei farci fuori (senza metterlo fuori italia)
Difficilmente lo piazzi

Infatti molto spesso chi ha pezzi buoni nn vende in italia ma fuori

Secondo me (e dico secondo ME) chi pensa di vendere in italia a prezzo che lo pagherebbero fuori, difficilmente lo vende

(Po ovvio, anche da noi ci sono amatori disposti a tutto per avere cio che gli manca)

Quindi o ti armi di pazienza e tempo e ti proponi nei mercati esteri o difficilmente piazzi a prezzi alti cio che fuori pagherebbero come oro.

E questo vale penso per tutti i settori e nn solo arcade o hobbistico

;)


Inviato dal mio GT-I9195 utilizzando Tapatalk
Rispondi

Torna a “PCB Jamma e sistemi Arcade”